macrodiary

MACRO

Incontri di Fotografia. Anders Petersen

Anders Petersen, Rome, a diary, 2005

Martedì 10 luglio 2012, alle ore 18.30, si tiene il quinto appuntamento di "Incontri di Fotografia", a cura di Marco Delogu. Protagonista è il fotografo Anders Petersen che racconta al pubblico il suo lavoro e la sua carriera fotografica quasi cinquantennale.

 

Nelle immagini di Petersen, caratterizzate dal bianco e nero fortemente contrastato, colpisce il forte rapporto tra il soggetto e il fotografo. Come lui stesso spiega: “per me, è l’incontro che conta, le immagini sono molto meno importanti“.

Al termine dell’incontro l'artista è al bookshop del MACRO dalle ore 20.00 alle ore 21.00 per firmare le copie del suo libro FotoNote edito da Contrasto (2004).

 

Anders Petersen sarà, inoltre, in residenza al MACRO nel mese di luglio durante il quale proseguirà il lavoro sulla città, intrapreso nel 2005 durante la Commissione Roma nell’ambito di FOTOGRAFIA. Durante questo periodo l’artista intende focalizzare l’attenzione sulla famiglia, sulle coppie di ogni età, sul loro entourage familiare, illustrandone la vita quotidiana in una sorta di album in cui ognuno di noi potrà identificarsi.

Le immagini realizzate da Anders Petersen saranno esposte al MACRO di via Nizza dal 21 settembre al 28 ottobre 2012 all’interno di FOTOGRAFIA - Festival Internazionale di Roma.

 

 

Note Biografiche

Nato nel 1944 a Stoccolma, in Svezia, Petersen studia fotografia con Christer Stromholm. Nel 1967 inizia a fotografare le notti tra prostitute, travestiti, ubriachi, amanti e tossicodipendenti in un bar di Amburgo chiamato Café Lehmitz. Il progetto dura tre anni e dà vita ad un libro pubblicato otto anni dopo in Germania che viene considerato fondamentale nella storia della fotografia europea.

Petersen insegna prima presso la scuola di Christer Stromholm e poi diventa direttore della Scuola di Fotografia e Cinema di Göteborg.

L’artista prosegue la sua indagine nelle carceri, nei manicomi e nelle case per anziani. Per un lungo periodo vive in una prigione di massima sicurezza per realizzare le fotografie del libro Fangelse (Norstedt, 1984). Eletto fotografo dell’anno a Les Rencontres d'Arles nel 2003, nel 2005 viene invitato da FOTOGRAFIA - Festival Internazionale di Roma a partecipare la Commissione Roma, progetto con il quale un fotografo di fama internazionale realizza un ritratto della città in totale libertà interpretativa: nasce così Rome, a diary un diario di scatti e personaggi alienati, isolati dal contesto e non facilmente riconducili all’idea convenzionale della Capitale.

La forma del diario per immagini destabilizzanti e violente torna anche nel 2009 con Dear Diary (Gun Gallery, 2009) e inCity Diary (Steidl, 2011); costanti sono, negli anni, i riconoscimenti internazionali; nel 2010 Petersen è anche giudice del BMW Prize a Paris Photo.

 

 

 

Macro

Main sponsor

Partner

Servizi museali

Oggi al Macro

L M M G V S D
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30