MACRO

menu di accesso facilitato

vai direttamente a:
contenuto. cerca, sezione. lingue, menu. servizi, menu. principale, menu. percorso, menu. piedipagina, menu.

Home > Mostre > Nahum Tevet

Nanhum Tevet/MACRO, Take Two, 2005, vernice industriale su legno, 190 x 600 x 1200 cm

15/03 - 18/05/2008

Nahum Tevet

MACRO
Tipologia: Arte Contemporanea

Le opere di Nahum Teveto ospitate dalle Sale Panorama del MACRO rappresentano le tappe fondamentali del suo percorso artistico, un cammino segnato dalla continua ridefinizione dello spazio abitativo.

Nahum Tevet (1946), artista israeliano che vive e lavora a Tel Aviv, ha scelto per la mostra che MACRO gli dedica presso le Sale Panorama una serie di opere contraddistinte dall’utilizzo di materiali lignei: due grandi installazioni, Untitled 1995-96 e Take Two, e alcune opere a parete.

Tevet esplora il territorio dove arte contemporanea e architettura si intersecano, realizzando strutture complesse dal design minimale. Nello specifico si tratta di assemblaggi apparentemente caotici di parti di mobili e di materiali vari trattati con vernici colorate, strutture dall’aria instabile ma in verità costruite seguendo i rigorosi principi della geometria.

Dalle prime opere degli anni 70’ e 80’ nelle quali era predominante la rappresentazione e la trasposizione razionale della logica dell’assemblaggio, Tevet passa progressivamente alla realizzazione di grandi installazioni dove l’osservatore può rintracciare diversi punti d’inizio per creare il proprio soggettivo percorso all’interno delle ideali sezioni delle strutture in essere.

Le sculture hanno un loro “limite”: sono sempre oggetti fisici in cui ci si imbatte, un altro oggetto nel mondo, e tra le altre cose quel che cerco di fare io è mutare un oggetto presente, reale e tangibile in un fatto che ti scaglia lontano da questa fisicità, dal posto in cui ti trovi, e al tempo stesso ti si propone anche come luogo alternativo e realtà alternativa. (Nahum Tevet)

Le installazioni si compongono di molteplici punti di snodo, quasi come fossero labirinti, con diversi ideali punti di partenza che danno prospettive e vie di fuga sempre diverse tra loro. In questo percorso esplorativo, si ritrovano materiali e componenti familiari, angoli intimi che rendono personale l’esperienza all’interno dello spazio comune. Ed è proprio sulla collocazione dell’opera d’arte e dell’individuo all’interno dello spazio collettivo che Tevet fonda la sua ricerca.

Nahum Tevet è nato a Kibbutz Massilot in Israele, nel 1946. Vive e lavora a Tel Aviv.
Ha preso parte a manifestazioni internazionali quali l’VIII edizione di Documenta a Kassel nel 1987, alla XXII Biennale di São Paulo nel 1994, alla 50ma Biennale di Venezia nel 2003. Ha realizzato progetti personali nelle principali gallerie del mondo (Parigi, Gerusalemme, New York e Zurigo) e importanti mostre personali gli sono state dedicate dai maggiori musei internazionali: la Kunsthalle di Mannehim nel 1986, il Tel Aviv Museum of Art nel 1991, il MUMOK di Vienna nel 1997, la Chapelle des Jésuites di Nîmes nel 1998 e l’Israel Museum di Gerusalemme nel 1976, nel 1984 e nel 2007. Del 2008 la personale presso MACRO, Museo d’Arte Contemporanea Roma.

Catalogo
Eccher D.
2008, 79 p., ill., brossura
Editore: Mondadori Electa (Collana Cataloghi MACRO)
Lingua: Italiano

Informazioni

Luogo
MACRO, MACRO
Orario

da martedì a domenica 9.00 - 19.00
chiuso: tutti i lunedì, 1 maggio

Biglietto d'ingresso

€ 1

Informazioni

06 671070400

Altre informazioni

La mostra è stata organizzata con il supporto dell'Ambasciata di Israele di Roma e Marc Rich Foundation.
Si ringraziano Nancy M. Berman & Alan J. Bloch, Rivka Saker & Uzi Zucker.

Sala stampa

application/pdf Comunicato stampa (76,79 kB)

torna al menu di accesso facilitato.